Trovare (facilmente) le parole chiave a catena lunga che ti stanno facendo fare più grano

immagine dell'articolo sulle keyword a coda lunga

Ebbene sì, ti ho “catturato” con un titolo a coda lunga proprio per parlati delle long tail keyword, praticamente come cercare “Google” su Google, shockante non è vero? 😁

Il fatto che io ti abbia attirato con un titolo altamente consapevole mi fa pensare che tu già sappia benissimo dell’importanza delle long tail keyword, ma potrei essere vittima di un pregiudizio, quindi lascia che ti rinfreschi la memoria prima di andare al succo.

Parole chiave a coda lunga

Sono parole chiave composte da più parole, solitamente macinano meno ricerche ma allo stesso tempo si posizionano più facilmente proprio per la minor competizione. Le keyword long tail sono solitamente più descrittive e quindi sono spesso associate ad alta consapevolezza del prodotto/problema ciò può essere associato ad una maggiore possibilità d’acquisto, ma ovviamente non è detto.

Ma riguardo a ciò lascio ad un articolo di SemRush che ha approfondito l’argomento in maniera egregia.

Ma ora entriamo nel vivo dell’articolo, perché oggi cercherò di rispondere alla domanda: come trovare le keyword long tail che attualmente stanno fruttando di più al nostro sito/business?

Mister Analytics e Dott. Search Console

Affinché si possa effettuare tale analisi servono tre strumenti indispensabili:

  • Google Analytics (meglio se vi è installato l’ecommerce avanzato nel caso ne abbiate uno)
  • Google Search Console (collegata a G.Analytics)
  • Olio di gomito (in realtà ho scritto tre per errore dovevano essere due, ma ho trovato questa opzione un ottimo rimpiazzo)

Ovviamente tali analisi funziona nel momento in cui effettivamente avete già dei dati che sono stati raccolti, questo mi sembra chiaro no?

Mettiamo in pratica

Apri Analytics e dirigiti nella sezione “Acquisizione” dopodiché scegli Search Console e successivamente query

Query

Ora se hai fatto tutto corretamente dovresti ritrovarti ad una serie di Query… nel caso ciò non avvenga allora potresti non aver configurato adeguatamente la Search Console.

RegEX

E fino a qui tutto normale, abbiamo le nostre normalissime query ma come potrai facilmente notare tra queste avremo parole a coda corta, media e lunga…

Ora, come poter individuare stringhe da due parole? o stringhe da solo tre parole?

Domanda lecita ed ecco qui che entrano in gioco le espressioni regolari o REGex, concetto (sempre che sia identificabile in un concetto) fondamentale per poter individuare le nostre keyword.

Espressione Regolare

Sequenze di simboli che identifica un insieme di stringhe che nel nostro caso fungeranno come filtro alla ricerca.

In pratica

Ora ci ritroviamo davanti a tante query di vario tipo, ma noi vogliamo solamente quelle a coda lunga, perciò come detto qui sopra dovremmo usare le espressioni regolari come filtro.

Ma prima di farvi vedere il luogo dove andrebbero inserite vi illustro le espressioni regolari che dovrete copiare ed incollare nei filtri avanzati di Google Analytics.

  • ^\s*[^\s]+\s*$ Per individuare 1 parola
  • ^\s*[^\s]+(\s+[^\s]+){1}\s*$ Per individuare due parole
  • ^\s*[^\s]+(\s+[^\s]+){2}\s*$ Per individuare tre parole
  • ^\s*[^\s]+(\s+[^\s]+){3}\s*$ Per individuare quattro parole
  • ^\s*[^\s]+(\s+[^\s]+){4}\s*$ Per individuare cinque parole

Ma volendo potete anche proseguire incrementando il numero di parole modificando il numero presente nella graffa, ad esempio se volete 10 parole (una keyword veramente enorme!) allora potete mettere “11” nella graffa.

Se il codice non funziona è perché è stato messo qualche spazio di troppo o perché si ha copiato qualcosa che non andava copiato.

Ma ora, doveva inserire questa stringa?

Semplice, vedi il grafico di Analytics? bene lì sotto troverai una barra di ricerca con accanto una scritta “Avanzata

Bene, successivamente vi apparirà una barra che andrà impostata nel seguente modo: Includi>Query di ricerca

Ed anziché mettere “Corrispondente” sostituirai con “Espressione regolare”

Nel mio caso ho fatto in modo che l’espressione regolare trovasse solamente le parole chiavi con almeno due parole per l’appunto ed infatti…

Ovviamente qui non vedi altri dati perché non ci sarebbero stati nella pagina di un mobile.

Inoltre io ti ho fatto vedere un esempio con 2 parole, ma potrei tranquillamente fartelo con solo 3 parole modificando l’espressione regolare.

Where is the GRANO? (Ironia time)

Ma i soldi dove sono?

I più attenti si saranno accorti che questo dato non presenzia, beh per poter capire quanti soldi ti sta facendo fare una keyword a coda lunga bisogna cambiare “sezione”

Vai in Acquisizione>Canali>Organic Research>”Avanzata”>Parole Chiave e dopodiché si segue quanto visto sopra.

Però noterete facilmente come la maggior parte delle keyword non appaia, e spesso troverete anche delle stringhe url tra i risultati.

Dunque il mio personale consiglio è quello di trovare le keyword a coda lunga che performano meglio utilizzando Google A.>Search console ed analizzare poi la pagina di destinazione.

Per evitare di perdere troppo tempo un’idea saggia può essere quella di individuare le KW che portano l’80% dei risultati, per aiutarsi in ciò si può portare tutto su Excel e sfruttare alcune sue feature di visualizzazione e di normalizzazione.

Google Ads

Un’altra opzione è quella di verificare quali keyword a coda lunga performano di più su Google ADS, per fare ciò basta seguire lo stesso iter di prima.

Conclusioni

Ovviamente ci tengo a specificare che tutto ciò che hai letto proviene UNICAMENTE dalla mia mente…

Nah dai, sto scherzando! già ti vedo che mi stavi segnalando a qualche cacciatore di guru!

Ovviamente io ti invito a prendere familiarità con le REGex di Analytics e per questo ti consiglio la guida di OnlineMetrics.

Detto ciò io ti invito a farmi sapere su Linkedin che cosa ne pensi di questa guida.

E se non sei connessa/o allora ti invito a farlo cliccando qui, magari ci facciamo una chiaccherata che dici? Tranquillo/a, non ti venderò niente (come il 50% dei miei contatti tenta di fare al primo messaggio) ! è che mi piacciono le relazioni umane 😉

Consulenza SEO

Vorresti eseguire un Audit SEO? vorresti esternalizzare un progetto che comprende l’uso della SEO ma non sai da dove iniziare? scopri il mio servizio di consulenza SEO

Che ne dici di condividere l'articolo? ❤

Facebook
LinkedIn
Riccardo Visioli

Riccardo Visioli

Un Digital Marketer che da uno schiaffo alla cultura dello specialismo (usando la scusa della multipotenzialità)

Altro

Prendiamoci Un Tè

Facciamo Una Chiaccherata, Che Sia Virtuale O Dal Vivo, Chissà Che Non Sia Il Miglior Tè Che Tu Possa Prendere!

Foto di Riccardo Visioli digital marketer.